I lavoratori affermano che l’Osservatorio del vulcano Congo non è riuscito a prevedere l’eruzione a causa della cattiva gestione

I residenti camminano vicino alle case distrutte con la lava fumante depositata dall’eruzione del Monte Nyiragongo. Fotografia: Jaafar Al-Qantati/Reuters

I ricercatori del Volcano Observatory nel Congo orientale hanno affermato sabato che avrebbero potuto prevedere l’eruzione mortale del Monte Nyiragongo a maggio se il loro lavoro non fosse stato ostacolato da cattiva gestione e presunta appropriazione indebita.

Almeno 31 persone sono morte quando ha inviato il vulcano muro di lava Schierato verso Goma il 22 maggio, distruggendo 3.000 case lungo la strada e tagliando una strada principale utilizzata per fornire aiuti alla regione lacerata dai conflitti.

In una lettera pubblica al presidente Felix Tshisekedi, i lavoratori dell’OVG, che controlla il Nyiragongo, hanno affermato che l’organizzazione è stata paralizzata da arretrati di stipendio, appropriazione indebita, maltrattamento del personale e altri problemi.

“La recente eruzione del Nyiragongo avrebbe potuto essere attesa dai ricercatori dell’OVG se non fosse stato per tutti i problemi”, hanno detto, chiedendo il ritardo degli stipendi e la nomina di una nuova dirigenza.

I rappresentanti dell’attuale comitato di gestione di OVG non hanno risposto alle richieste di commento.

Alla fine di maggio, l’ufficio del presidente ha dichiarato che avrebbe pagato tutti gli arretrati di stipendio di OVG e i costi operativi non pagati e ha promesso di sostituire le apparecchiature vecchie o danneggiate.

Prima dell’ultima eruzione, i vulcanologi dell’OVG hanno faticato a condurre controlli di base su base regolare poiché la Banca Mondiale non ha rinnovato i finanziamenti tra le accuse di appropriazione indebita.

Da ottobre ad aprile, l’osservatorio non è stato in grado di condurre controlli sismici completi sul vulcano perché gli analisti non avevano una connessione a Internet. Tuttavia, gli osservatori del vulcano hanno affermato che l’eruzione non era facile da prevedere.

READ  L'Iran perde il diritto di voto alle Nazioni Unite per non aver pagato le quote

“Anche se ci fossero stati più strumenti, non credo che saremmo stati in grado di saperlo in anticipo”, ha affermato François Kervin, capo di GeoRiskA, che monitora i rischi geologici in Africa. “Siamo rimasti sorpresi che sia successo così bruscamente”.

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Tux Maniacs