La polizia del Nicaragua arresta il leader dell’opposizione e potenziale sfidante di Ortega | Nicaragua

polizia in Nicaragua Hanno preso d’assalto la casa di un importante leader dell’opposizione, il giorno dopo che è stata formalmente accusata di riciclaggio di denaro in quello che è stato visto come un tentativo di fermare l’appello elettorale del leader autoritario Daniel Ortega.

Christiana Chamorro, 67 anni, è stata detenuta nella sua casa a sud della capitale, Managua, mercoledì, 15 minuti prima che fosse prevista una conferenza stampa virtuale per i giornalisti.

Le riprese in diretta sulla televisione locale e sui social media hanno mostrato la polizia entrare e circondare la casa di Chamorro, costringendo poi i giornalisti che sono arrivati ​​a coprire il posto a respingerlo.

Chamorro, figlia dell’ex presidente Violeta Barrios de Chamorro, avrebbe dovuto candidarsi alle elezioni presidenziali del 7 novembre. Ma i pubblici ministeri hanno annunciato martedì di averla accusata e hanno chiesto alla corte elettorale del paese di impedire a Chamorro di candidarsi o ricoprire cariche pubbliche.

Anthony Blinken, il Segretario di Stato americano ha dichiarato su Twitter: “Il leader dell’opposizione è stato arbitrariamente bandito [Chamorro] Riflette la paura di Ortega di elezioni libere ed eque. I nicaraguensi meritano una vera democrazia”.

Il capo dell’Organizzazione degli Stati americani ha avvertito che il Nicaragua si sta dirigendo verso “le peggiori elezioni possibili” e ha affermato che le mosse contro Chamorro hanno tolto ogni credibilità politica al governo e al sistema elettorale del Paese.

Christiana Chamorro, ex direttrice di Violeta Barrios de Chamorro.
Christiana Chamorro, ex direttrice di Violeta Barrios de Chamorro. Foto: Inti Okun/AFP/Getty Images

In una dichiarazione, Luis Almagro Ha criticato l’uso politicizzato del sistema legale del paese“Questo tipo di violazioni sistematiche e ripetute dello stato di diritto delegittima il processo elettorale ancor prima che inizi”, ha aggiunto.

Il governo del Nicaragua ha affermato che Chamorro è indagata per presunte irregolarità finanziarie legate alla Violetta Barrios de Chamorro Foundation for Reconciliation and Democracy – una ONG che prende il nome da sua madre. Chamorro ha detto che le accuse sono state fabbricate per tenerla fuori dalla gara.

A gennaio, Chamorro si è dimessa dal suo incarico alla fondazione. Un mese dopo, ha chiuso le sue operazioni in Nicaragua dopo l’approvazione di una legge sugli “agenti stranieri” progettata per tracciare i finanziamenti esteri per le organizzazioni che operano nel paese.

A fine maggio la polizia ha fatto irruzione negli uffici della Fondazione, oltre che in quelli del Confidencial, il quotidiano di opposizione che il fratello di Chamorro dirige.

La madre di Chamorro sconfisse Ortega per vincere la presidenza nel 1990 e durò fino al 1997.

Suo marito, Pedro Joaquín Chamorro, dirigeva il giornale di famiglia La Prensa e fu più volte imprigionato e costretto all’esilio dalla dittatura di Anastasio Somoza. Assassinato nel 1978. Christiana Chamorro è la vicepresidente de La Prensa.

Ortega è tornato al potere nel 2007, governando il paese insieme a sua moglie e al suo vice, Rosario Murillo, anche se il suo isolamento internazionale è cresciuto. Nel 2018, la polizia e i gruppi paramilitari hanno represso una rivolta civile nazionale chiedendo le sue dimissioni.

READ  Netanyahu ha lottato per rimanere al potere lo scorso fine settimana come primo ministro israeliano

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Tux Maniacs