Top News

Le gare continuano, ma se viene testato, perché viene testato?

La Juventus ha continuato a competere nel tempo per il proprio attaccante e il conflitto tra Edin Dzeko e Luis Suarez si è fatto sempre più stretto.

In casa della Juve fanno il giusto bilancio consapevoli che Edin Dejeko e Luis Suarez sono entrambi grandi attaccanti, grazie al decreto di crescita, non troppo giovani con costi simili, ma potrebbe avere un impatto significativo. Nel caso di Dazico, la Juventus è stata più abile nell’aiutare i propri giocatori a comunicare con i compagni, aprendo spazi e sostenendo l’inserimento di Cristiano Ronaldo.

Nel caso di Suarez, il mostro in area di rigore, un uomo nato per il gol è abile nel gioco dello scambio e della velocità nelle vicinanze.

Andrea Pirlo sa che sono entrambi giocatori affidabili e capaci di fare la differenza. L’unico motivo sconosciuto è la durata del contratto che potrebbe essere dato ai due attaccanti.

Dovrebbe essere un contratto di due anni con Daisyco, invece di Suarez, un contratto di tre anni, ci chiediamo: con un giocatore di 33 anni dovrebbe essere fatto un contratto di tre anni? Un legittimo sospetto che la situazione non sia finita come Gonzalo Higuain.

Decisione rapida – Dillo solo, che è assolutamente necessario, una decisione rapida. La Juventus dovrà andare avanti per la prima partita di Serie A del proprio attaccante il prima possibile.

Che sia Dysco o Suarez, devi comunque prendere una strada e andare fino in fondo per non finire in un dilemma con un diabella e una situazione complicata con un solo attaccante a disposizione.

READ  Regionale 2020 e referendum, 12 con affluenza al 12,25 per cento. Conte: "Buon voto a tutti"

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close