L’India ordina 300 milioni di dosi di vaccini dopo il richiamo del tribunale

Registrati qui Per la nostra newsletter quotidiana sul coronavirus su ciò che devi sapere e Iscriviti al nostro podcast sul Covid-19 Per le ultime notizie e analisi.

L’India ha ordinato lo sviluppo di 300 milioni di dosi di un vaccino contro il coronavirus da un produttore locale, poiché il governo del primo ministro Narendra Modi è sottoposto alle pressioni della Corte suprema del paese per coprire più della popolazione.

Il governo ha dichiarato in una dichiarazione che Biological-E Ltd, con sede a Hyderabad, pagherà un anticipo di 15 miliardi di rupie (205 milioni di dollari). Dichiarazione del giovedì. Sono attualmente in corso gli studi di fase 3 del vaccino e l’azienda preparerà i vaccini tra agosto e dicembre.

La Corte Suprema chiede a Modi di stabilire una politica completa sui vaccini in India

La Corte Suprema questa settimana ha chiesto all’amministrazione Modi di creare una politica di vaccinazione che preveda equamente le iniezioni per tutti e protegga i poveri. I piani dell’India sono stati difficili, dalla tanto acclamata diplomazia sui vaccini di Modi durante una breve pausa tra la prima e la seconda ondata di coronavirus, molto più mortali, all’attuale carenza di cittadini indiani.

Il vaccino biologico-E è un vaccino a subunità proteica del dominio legante il recettore. È in fase di sviluppo con il Baylor College of Medicine di Houston. Quando ha annunciato gli studi l’anno scorso, Biological-E ha affermato che il vaccino a due dosi sarebbe stato separato di 28 giorni.

A causa della carenza di dosi, si prevede che l’India impiegherà circa due anni per coprire il 75% della sua popolazione con due dosi del vaccino al ritmo attuale della vaccinazione. Il governo Modi dice che vaccinarà ogni indiano entro la fine del 2021.

READ  L'Organizzazione mondiale della sanità fornisce nomi alfabetici greci facili da pronunciare e non stigmatizzanti per le varianti del coronavirus

Il Times of India, citando The Times of India, ha riferito che la fretta dell’India per l’acquisto di vaccini significa che potrebbe rinunciare alla clausola di compensazione per i vaccini importati anche con un accordo di principio con Pfizer Inc. per iniziare a offrire le sue iniezioni contro il virus Covid-19 entro il prossimo mese, citando un funzionario governativo non identificato.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Tux Maniacs