L’Organizzazione mondiale della sanità ha un nuovo sistema di etichettatura per le varianti del Coronavirus

Ad esempio, l’Organizzazione mondiale della sanità chiama la “variante del Regno Unito” (B.1.1.7) “alfa” e la “variante sudafricana” (B.1.351) è “beta”.

“Nessun paese dovrebbe essere stigmatizzato per il rilevamento e la segnalazione di varianti”, Maria Van Kerkhove, responsabile tecnico dell’OMS per la risposta al Covid-19, Ha scritto in un post su Twitter Lunedi.
Invece, il gruppo di esperti dell’OMS raccomanda l’uso dell’alfabeto greco per denotare le variabili, “che sarebbe più facile e più pratico per la discussione da parte di un pubblico non scientifico”, afferma l’OMS su Pagina web sul suo sito web.

La variabile P.1, che è stata rilevata per la prima volta in Brasile e identificata come variabile preoccupante a gennaio, è stata denominata “gamma”. La variabile B.1.617.2, che è stata trovata per la prima volta in India e recentemente riclassificata da variante di interesse a variabile di preoccupazione, è “Delta”. Le varianti di interesse sono state designate da “Epsilon” a “Kappa”.

Tutti i virus, incluso SARS-CoV-2, il coronavirus che causa il Covid-19, possono mutare o cambiare nel tempo. Questo è ciò che porta alle variabili.

L’Organizzazione mondiale della sanità ha indicato nell’annuncio di lunedì che le nuove designazioni non sostituiscono gli attuali nomi scientifici delle varianti del coronavirus. “I nomi scientifici continueranno ad essere utilizzati nella ricerca”, ha scritto Van Kerkhove su Twitter.

“Sebbene questi nomi scientifici abbiano i loro vantaggi, possono essere difficili da dire e da recuperare e possono essere fuorviati. Di conseguenza, le persone spesso ricorrono a invocare variabili in base ai luoghi in cui vengono scoperti, il che è stigmatizzante e discriminazione “, secondo l’annuncio dell’organizzazione. Salute globale.

Ecco cosa si sa sulle varianti del Coronavirus

Potrebbe anche non essere corretto, poiché vi sono prove che le mutazioni che caratterizzano almeno alcune varianti sono sorte indipendentemente in più luoghi diversi.

READ  L'esercito israeliano lancia attacchi aerei su Gaza in risposta al lancio di palloni incendiari dalla fascia costiera

“Per evitare questo e semplificare la comunicazione pubblica, l’Organizzazione mondiale della sanità incoraggia le autorità nazionali, i media e altri ad adottare questi nuovi marchi”, ha affermato l’Organizzazione mondiale della sanità.

Ci sono alcune preoccupazioni sul fatto che il nuovo sistema di denominazione dell’alfabeto greco dell’OMS sia stato leggermente ritardato – e ora il sistema potrebbe rendere la descrizione delle varianti più complicata in quanto ci saranno tre potenziali nomi: il nome scientifico e riferimenti basati su dove si trova la variabile per la prima volta e ora, alfabeto che segna il greco per l’Organizzazione mondiale della sanità.

“È stata una buona idea pensare presto a questa designazione”, ha detto il dott. Amish Adalja, uno dei principali ricercatori di Johns Hopkins Center for Health SecurityAlla CNN lunedì. Ha aggiunto che pensa che sarà difficile convincere le persone ora a iniziare a usare i segni dell’alfabeto greco.

“Ci sono sicuramente problemi con la stigmatizzazione in cui le varianti vengono descritte e quindi classificate in base a quel paese”, ha detto Adalja. “Quindi, capisco perché sta accadendo. Penso che sia solo molto per la gente a pensarci su”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Tux Maniacs