Mentre gli israeliani aspettano il destino di Netanyahu, i palestinesi colgono un momento di unità

Tra i palestinesi più giovani, il discorso è cambiato da una discussione sui possibili confini di un piccolo stato palestinese al confine con Israele, che pochi ora credono che sarebbe emersa, a un’agenda ampia e libera per il perseguimento di diritti, libertà e giustizia all’interno territori sia occupati che occupati. Israele stesso.

“Penso che la chiave di ciò che è cambiato sia l’Agenzia Palestinese”, ha affermato Fadi Quran, Campaigns Manager presso la Fondazione Palestinese. Avaaz, un’organizzazione senza scopo di lucro che promuove il cambiamento sostenuto dalle persone e un organizzatore di comunità in Cisgiordania.

“In passato, quando intervistavo i palestinesi in televisione, la linea principale era ‘Quando verrà la comunità internazionale a salvarci, quando Israele sarà ritenuto responsabile, o quando verranno i paesi arabi a salvarci? Il Corano diceva: “Ora il discorso dei giovani è, abbiamo questo, fondamentalmente. Possiamo farlo insieme”.

Il cambio generazionale è in parte una reazione ai fallimenti della vecchia guardia palestinese nel mantenere la promessa degli anni ’90, quando la firma di accordi diplomatici noti come accordi di Oslo sembrava mettere a portata di mano uno stato palestinese. Ma i negoziatori palestinesi e israeliani non sono riusciti a concludere un accordo finale, e Israele… Occupazione della CisgiordaniaUn tempo considerato temporaneo, ora ha più di mezzo secolo.

Negli ultimi anni, l’oscurità palestinese si è aggravata a causa delle politiche dell’amministrazione Trump che La taglia di Israele Ha contribuito a consolidare la sua presa.

L’amministrazione Trump ha contribuito a mediare una serie di accordi storici di normalizzazione tra Israele e il Paese Gli Emirati Arabi UnitiE il i due mariE il Sudan E il Marocco, ovest, tramontoche ha aggirato i palestinesi e fatto a pezzi decenni di unità araba dichiarata sulla causa palestinese.

READ  I vaccini cinesi COVID-19 non sembrano essere efficaci nel prevenire le epidemie nel mondo reale

All’interno di Israele, i cittadini arabi, che costituiscono un quinto della popolazione, hanno subito decenni di abbandono e discriminazione nei bilanci statali e nelle politiche abitative e fondiarie. Sono stati ulteriormente umiliati dall’approvazione della sensazionale legge sullo stato nazionale nel 2018 che ha sancito il diritto all’autodeterminazione nazionale come “unico per il popolo ebraico”, non per tutti i cittadini israeliani, e ha declassato l’arabo da lingua ufficiale a un’altra. in una posizione speciale.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Tux Maniacs