Perché i palloncini legati agli esplosivi sono l’ultimo focolaio delle tensioni tra Israele e Hamas?

I funzionari hanno detto che almeno 20 incendi sono stati avviati martedì da palloncini. I media palestinesi hanno riferito che gli attacchi israeliani hanno causato danni materiali e non ci sono notizie di feriti.

Le autorità israeliane dei vigili del fuoco e dei soccorsi hanno affermato che mercoledì sono stati rilasciati altri palloni, provocando almeno altri quattro incendi.

Mentre i militanti inviano palloni in Israele da anni, la risposta dell’IDF agli attacchi aerei a Gaza è una nuova escalation. Funzionari israeliani hanno detto che questo faceva parte di un messaggio ad Hamas che qualsiasi provocazione sarebbe stata accolta con la forza.

L’ex ministro delle finanze Yisrael Katz, membro del governo durante l’ultimo conflitto con Gaza il mese scorso, ha affermato che dopo quell’operazione “abbiamo deciso di cambiare le regole”.

“Per ogni attacco in Israele, verranno effettuati omicidi e attacchi su larga scala a obiettivi di Hamas”, ha aggiunto. Ha twittato.

Ecco cosa sappiamo dei palloncini e di come si comportano nelle attuali tensioni.

Cosa sono i palloncini incendiari?

Sono alternative relativamente semplici: palloncini ad elio che spesso sembrano decorazioni per feste di compleanno di bambini, attaccati a esplosivi o dispositivi ad accensione preventiva.

Gli attivisti lanciano palloni da Gaza e i venti del Mediterraneo aiutano a spingerli in territorio israeliano.

Per cosa sono progettati?

I palloncini sono progettati per spaventare, causare danni e accendere fuochi. La maggior parte della terra che circonda immediatamente Gaza è costituita da campi, riserve naturali o terreni agricoli. Oltre agli esplosivi attaccati a dispositivi che potrebbero atterrare in aree residenziali e causare lesioni o danni, i palloni vengono lanciati da Colture in fiamme e riserve naturali.

Secondo l’Israel Parks and Nature Reserves Authority, questi incendi hanno bruciato più di 3.657 acri dell’area intorno a Gaza dal 2018 al 25 maggio 2021. Le autorità israeliane affermano che gli incendi hanno distrutto migliaia di acri di raccolti.

READ  Netanyahu nel suo ultimo discorso alla Knesset da primo ministro: Abbatteremo un "governo pericoloso"

Un portavoce dell’IDF ha affermato che dal 2018 più di 10.400 acri in Israele sono stati bruciati a causa del lancio di bottiglie Molotov, con l’eccezione degli incendi di martedì.

Finora, le autorità non hanno segnalato alcuna vittima da questi dispositivi incendiari.

Perché questa volta palloncini invece di razzi?

I palloni sono un modo economico per i gruppi armati di Gaza di inviare un messaggio a Israele, senza provocare la piena risposta militare israeliana che spesso si verifica quando i razzi vengono lanciati dall’enclave costiera.

I palloni sono facili da costruire e richiedono poca preparazione per il lancio, rispetto ai razzi costosi e dispendiosi in termini di tempo da produrre. Finora, i palloncini raramente causano lesioni.

I palloni di martedì sono stati probabilmente lanciati in risposta alla decisione del governo israeliano di consentire un raduno provocatorio della bandiera della destra a Gerusalemme.

La marcia delle bandiere è una parata annuale in cui gruppi ebraici per lo più nazionalisti marciano attraverso la Città Vecchia di Gerusalemme portando bandiere israeliane per celebrare il controllo israeliano del Muro Occidentale durante la Guerra dei Sei Giorni del 1967. La marcia spesso solleva tensioni con i residenti palestinesi della Città Vecchia .

La Società della Mezzaluna Rossa Palestinese ha detto che 33 manifestanti palestinesi sono stati feriti martedì, tra cui granate stordenti, proiettili di gomma e proiettili di fuoco – con sei ricoverati in ospedale – a seguito di scontri con le forze di sicurezza israeliane intorno a Gerusalemme est.

In un comunicato diffuso martedì, Hamas ha rivendicato la vittoria, affermando che le loro tattiche e i manifestanti palestinesi a Gerusalemme hanno costretto i funzionari israeliani a cambiare il percorso della parata della bandiera e ad adottare altre misure precauzionali.

A che punto è il nuovo leader israeliano?

Nel passato, Il primo ministro Naftali Bennett Aveva spinto l’ex primo ministro Benjamin Netanyahu a prendere una posizione più dura contro Hamas e lanciare palloni incendiari, dicendo che l’IDF dovrebbe rispondere a loro nello stesso modo in cui risponde ai missili diretti contro le comunità israeliane.

Dopo il conflitto di 11 giorni del mese scorso, i funzionari israeliani hanno indicato che azioni come i palloni incendiari saranno affrontate con più forza, cosa che sembra stia accadendo ora.

Nel 2018, mentre prestava servizio come ministro della Pubblica Istruzione, Bennett ha detto che i militari dovrebbero “sparare per uccidere”. Chiunque mandi tali ordigni incendiari attraverso la recinzione di confine.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Tux Maniacs