Top News

Tonali: ‘Quando ho saputo del Milan ho chiuso le porte di tutti. Ibra è una statua, una discussione con Ant … ‘| Prima pagina

Dopo il suo esordio amichevole contro il Brescia, ecco la presentazione. Sandro TonaliIl nuovo centrocampista del Milan, intervenendo in conferenza stampa: “La mia passione per il Milan è partita da Santangelo Lodigiano, i colori sono ros ারি nari, la mia prima squadra era ros ারি nari, eravamo quasi tutti milanisti lì, anche mio padre è venuto da me con questa passione”.

In pioli – “L’allenatore mi ha dato responsabilità in più, mi ha spiegato in dettaglio come dovremmo affrontarlo, sarò pronto”.

A proposito di Priya – “Se puoi rifiutare un po ‘un complimento, puoi farlo anche se è molto.”

Selino – “Ho un buon rapporto con lui. È un uomo che capisce molto di calcio. Mi capisce molto. Da quando mi ha detto di ‘scegliere la tua scelta’, ha mantenuto la sua parola. Grazie mille, è con me”. Sono venuto a vedere. “

Attenzione dei media su – “Non ci ho prestato molta attenzione. L’unico modo per mettermi sotto gli occhi era il telefono. Non accendo mai la televisione, probabilmente per il telegiornale. Cerco di ascoltare.”

A proposito di Milano – “Il livello è altissimo, c’è voglia di fare bene e vincere. Dopo la vittoria c’è un’altra vittoria, a cominciare da Ibrahim, i compagni giocano ed esprimono la voglia di vincere, non sbagliare mai.” Un punto molto importante: è una squadra giovane, in tutti. “La qualità è alta. Vogliamo iniziare a mostrare cosa possiamo fare in campo”.

Shamarke – “Siamo pronti, in una partita ufficiale sarà molto diverso, ci sarà più voglia di spaccare il mondo”.

Nella forma – “Non è molto importante, l’importante è saper stare in 2 o 3 centrocampo Si entra sempre in campo per dare il meglio”.

READ  LG, è arrivato lo smartphone ala: un altro schermo sotto un display rotante

Suggerimenti – “Seguirò tante persone. Selino mi ha detto chi sono adesso e gioco come se fossi in Bracea”.

Sull’interesse del Milan – “L’impatto è stato grande. Quando ho saputo di questo ho chiuso la porta a tutti. C’era il Milan, dovevo andare al Milan. Il mio pensiero era di venire qui, così è successo. La prima volta che ho incontrato i manager incontrati è stata una grande cosa, io Li ho sempre visti in TV.

Camicia 8 – “Gatuso era e il mio idolo, è una persona fantastica. La maglia era gratis. Anche quel numero ha significati diversi nella mia vita. È il numero perfetto”.

Nella stagione – “I vincitori portano l’allenamento. È stato difficile allenarsi negli ultimi sei mesi della stagione. Adesso è un po ‘più facile”.

Le tue Maldive – “All’inizio è stato un duro colpo, un bell’effetto.”

Giocare a un gioco del passato – “Probabilmente la finale con il Liverpool, o il Manchester. Ricordo una partita contro il Chievo dove ero allo stadio, dove Cedroff ha segnato al 95 ‘, c’è stato un monomallineamento incantato”.

In due centrocampi – “E se potessi adattarmi facilmente? Sì, ho giocato due reggiseni nella prima stagione di Serie B, conosco il movimento. In un centrocampo a tre la partita va a te di più, ma penso che la velocità del centrocampo delle due squadre, hai molto a che fare con i tuoi compagni di squadra. Will. Divisione. Non mi influenzerà, ci sono già abituato “.

Negoziare con l’Inter – “Ha trattato molto il mio avvocato. Mi ha tenuto fuori dagli affari per liberarmi la testa. Sono rimasto a casa dopo le vacanze. Non ho parlato con lui per dieci giorni. Ho molta fiducia tra lui e me. L’ho costretto a lavorare per il minimo”. Sapevo calmarsi senza preavviso

READ  Addio alla vista di Android?

Il tuo Bravimovic – “Dieci anni fa l’ho visto allo stadio durante il periodo pelamonico (ride, ed). Questa cosa mi ha colpito molto, è un idolo: porta tutti alla vittoria con Milon, bisogna fare un esempio. ”

Un messaggio per i fan – “Dobbiamo vincere la partita dopo la partita, non guardare cosa possiamo fare in sette o otto mesi. Pensiamo a giovedì e poi a domenica, costruendo la nostra casa con i mattoni, che potrebbe diventare la nostra fortezza”.

Questa condizione – “Stiamo lavorando sia fisicamente che mentalmente. Sono fermo da molto tempo. Il mio lancio al 100% è complicato da entrare o uscire, ma sono quasi pronto. Sto lavorando, è molto vicino”.

Informazioni su Champion – “Il clima negli spogliatoi è chiaro, ci vogliamo bene. Campioni? Non possiamo parlarne in questo momento, è un obiettivo ma non è nelle nostre menti parlarne”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close