Personalizziamo Fedora con Fedy

Oggi ci occuperemo di come personalizzare Fedora con il famoso tool di +Satya164, Fedy che ci permette di personalizzare a fondo il nostro sistema operativo.

Senza-titolo-2

 


INSTALLAZIONE 

Cominciamo aprendo il terminale e dando da linea di comando:

bash -c 'su -c "curl http://folkswithhats.org/fedy-installer -o fedy-installer && chmod +x fedy-installer && ./fedy-installer"'


in questo modo abbiamo installato Fedy.
Apriamo il programma e, una volta inserita la password, vi comparirà un menù.


MenuFedy


TWEAKS AND TASKS
Cominciamo selezionando Tweaks and Tasks.


Tweak and Tasks
Le voci che ho trovato più rilevanti sono:

  • Install Adobe flash plugin: Installa il noto plug-in per la visualizzazione dei contenuti flash nei browser.
  • Set SELinux to permissive mode: che "addolcisce" il firewall (se così vogliamo chiamarlo) di Fedora.
  • Install Microsoft core fonts: I più puristi di voi mi metteranno un dito nell'occhio ma io senza il font Arial non vivo.
  • Install essential software: che installa un pacchetto di programmi uno più utile dell'altro.
  • Improve font rendering: perchè anche l'occhio vuole la sua parte.
  • Install Oracle Java: Installa l'ultima versione ufficiale (quindi closed) di Java.
  • Install multimedia codecs: installa i codec più comuni per la riproduzione di audio e video.
  • Configure RPM Fusion repositores: aggiunge il repo Fusion che contiente moltissimi pacchetti non presenti nei repo ufficiali di Fedora.
  • Install GTK theme engines: vedi improve font rendering.
  • Enable systemwide touchpad tap: per permettere un migliore utilizzo del touchpad (Per esempio permette l'ingrandimento con il pizzico con due dita).

Una volta soddisfatti premiamo sul tasto "Select" e aspettiamo che venga installato il tutto. Una volta che Fedy avrà finito il lavoro passiamo alla sezione successiva.

 

 

ADDITIONAL SOFTWARE

AdditionalSoftware

Qui la scelta dipende molto da cosa vi serve. Personalmente consiglio:

  •  Brackets: il suo motto è "code the web" e ciò la dice lunga su cosa fa; 
  •  Arista transcoder: ottimo convertitore di video;
  •  Google Chrome: Installa il famoso browser.
  •  Light Table: Ide a dir poco minimale;
  •  Numix GTK and icon themes: tema e set di icone sviluppate dallo stesso autore di questo tool;
  •  Sublime Text 2 e 3: Due ottimi ambienti di sviluppo molto ben fatti;

Una volta finito di spuntare clicchiamo su "Select" e aspettiamo che Fedy termini la fase di installazione.
Passiamo alla sezione successiva: Repository Management.


REPOSITORY MANAGEMENT

RepositoryManagement

Questa è un po' più per gli utenti navigati. Ad ogni modo, consiglio vivamente, prima di fare altro, di spuntare su "Backup repositories" e fare una bella copia di sicurezza. Le spunte più interessanti sono:

  • Bacula : repo del famoso software per backup;
  • Fedora People repository: é una raccolta di repo mantenuti dalla comunità di Fedora;
  • Kernel mainline vanilla : per avere una versione differente del kernel;
  • Monodevelop: repo per un ide orientato ai linguaggi c#, .NET e famiglia;

Una volta soddisfatti passiamo alla sezione successiva.


MISCELLANEOUS

Miscellaneous

Ecco una di quelle sezioni in cui si deve andare con i piedi di piombo.

  • Delete junk and backup files : utility che eliminina i file di backup;
  • Remove old Kernels : io non lo consiglio, in quanto in caso di mal funzionamento del kernel in uso possiamo affidarci ad uno più vecchio per tirarci fuori dalle curve. 
  • Update grub 2 config : attenzione se avete dual boot!

Una nota positiva, a parer mio, che rende questo tool veramente fenomenale è la possibilità di ampliarlo con dei plugin che possiamo implementare noi, dato che sono dei semplici script .sh.

 

FONTI:
- Immagini di Joel Garia.
- Fedy github.

 

Dottore in Informatica. Appassionato di computer fin dal primo PC Olivetti con Windows 95 e la bellezza di 8 MB di RAM.
Utilizzatore Linux da 5 anni, credo profondamente nella filosofia open source.
Dopo tante distro provate sul mio fidato Toshiba, uso Fedora per lo studio e il divertimento.

Lascia un commento